giardino arredato

Come abbellire un giardino con dei mobili fantasiosi

Relax e design

Luogo all’interno del quale trascorrere le calde ore estive in compagnia di familiari e delle persone più care, il giardino diviene quindi suggestivo ed accogliente palcoscenico di una vasta e variegata gamma di occasioni, da pranzi a cene fino ad arrivare a cordiali chiacchierate domenicali.
Diversamente da ciò che si porrebbe essere portati a credere, scegliere un ottimo arredamento da giardino, oltre che rappresentare un gesto capace sia di rilassare sia di dare libero sfogo alla fantasia, è davvero molto semplice.

A questo punto, cosa buona e giusta è tener sempre e comunque presente che, per abbellirlo, non sarà possibile fare a meno dei seguenti elementi:
– un tavolo. Le sue dimensioni saranno direttamente proporzionali sia alla superficie a disposizione sia al numero degli eventuali commensali;
– medesimo discorso può esser fatto per le sedie, disponibili nelle varianti più disparate e fantasiose;
– al fine di aumentarne il tasso di confortevolezza, opportuno sarebbe munire tale parte della casa con delle sdraio o, in alternativa, delle poltroncine;
– in ultimo, non in ordine di importanza tuttavia, a completamento del tutto non sarebbe male optare per un ombrellone che protegga ospiti e padroni di casa dai caldi raggi del sole estivo.
In che modo arredare quindi un giardino con dei mobili fantasiosi? In seguito una breve guida a proposito.

Il tavolo

Una buona ottimizzazione degli spazi a disposizione non prescinde da un tavolo che sappia non solo sposarsi alle caratteristiche del contesto ma anche rispondere ad esigenze di topo pratico.
Come in precedenza accennato, tutti coloro che nel giardino ospiteranno un numero cospicuo di persone dovranno per forza di cose virare su un tavolo di grandi dimensioni. Chi, al contrario, intende fruirne per intimi tè o per rilassarsi in solitaria potrebbe al contrario ritenere bastevole un tavolo decisamente più piccolo.
Tra le alternative opzionabili vi è prima di tutto il tavolo in legno. Se circondato da sedie o divanetti, esso conferirà a tutto il giardino le sembianze di un soggiorno a tutti gli effetti. Analogamente a tutti gli altri complementi d’arredo che debbano essere posizionati in ambienti esterni, anche un tavolo dovrà essere realizzato con legni che sappiano resistere agli agenti esterni.
Una delle varianti più utilizzate nell’ambito è il legno iroko. Proveniente dai Paesi africani, la sua consistenza gli dona una spiccata resistenza sia agli urti che all’acqua. Se è alla durevolezza temporale che si vuol puntare, la migliore soluzione è tuttavia costituita da un tavolo in ferro battuto. Reperibili in commercio sotto varie forme, i loro lineamenti riportano immediatamente ad uno stile provenzale da sempre sinonimo di semplicità e di raffinatezza.
Per un’ancora maggiore ricercatezza, a rendere fantasioso il tutto potrebbe esservi la scelta di un tavolo in ferro battuto il cui piano sia fatto di marmo o pietra lavica. Se è vero che il rispetto per l’ambiente è un tema tuttora ampiamente dibattuto, è altrettanto vero che a tale globale esigenza potrebbe rispondere un tavolo da giardino artigianale fabbricato in rattan, un materiale eco sostenibile. Vista una superficie tutt’altro che uniforme, a dare un aspetto liscio a quest’ultimo vi sarà un piano in cristallo distinto e minimalista allo stesso tempo.

Le sedie

Scegliere un giardino ben arredato, significa anche mettere accuratezza nella scelta delle sedie. Se l’idea è quella di seguire alla lettera un timbro vintage, via libera va data alle sedie da giardino classiche. Una fetta considerevole di queste sono contraddistinte da lineamenti avvolgenti, con annessi braccioli ed una seduta decisamente ampia. Coloro che al contrario adorano tutto ciò che è originalità non potranno che orientare la loro preferenza verso la variante moderna. Distinguendosi per una conformazione che si allontana dagli schemi abituali, queste sedie diventano sempre più frutto di una ragionata creatività. Il materiale più utilizzato è il polietilene, la seduta è anche qui confortevole ed il poggiapiedi, essendo separato dalla sedia, è posizionabile dove meglio si crede. Così come i tavoli, anche le sedie da giardino possono essere prodotte in ferro battuto. La grazia che le caratterizza è innata e gli ambiti nei quali possono essere inserite va dallo stile retrò fino allo shabby. In versione total black o total white, le sedie in acciaio non vanno depennate dalla lista. A decretare il loro successo è la pulita omogeneità dei loro connotati, un ricercato minimalismo che si ispira scrupolosamente alle ultime tendenze in tema di arredamenti per esterno.

I gazebo

Il gazebo è la struttura ideale sia per intrattenere ospiti e commensali sia per godersi tutta la beltà del proprio angolo di verde. Proprio come gli interni di un’abitazione, anche qui sono moltissimi gli stili da poter adottare. Per i guardini situati nelle case in campagna, quelli in legno diventeranno sostanza tangibile di un rustico che non passa mai di moda. Sono diversi gli artigiani del legno che, su richiesta, costruiscono gazebo su misura sfruttando materiali antichi ai quali dare una seconda vita.
Se invece la casa è interamente dedicata allo stile minimal, una struttura portante fatta di tubolari in ferro verniciato a sua volta rivestita da un telo in poliestere è assemblabile nel giro di qualche minuto ed intralcia una superficie risibile. A racchiudere in un metaforico velo di romanticismo un gazebo in salsa shabby vi saranno infine un pavimento in legno, dei comodi divanetti, dei cuscini e delle tende monocolore o decorate con le stampe più diverse.

Lascia un commento