Come arredare un ingresso? Stile moderno, classico o shabby

Progettare l’ingresso di un’abitazione è un lavoro difficile anche per un buon architetto; il motivo è molto semplice: non troverete mai un ingresso uguale all’altro.

Per questo quel piccolo spazio che si apre sulla vostra casa richiede attenzione e dedizione. L’ingresso è l’artefice del primo impatto, positivo o negativo, che i vostri ospiti avranno della vostra abitazione. Perciò sarebbe consigliabile optare per soluzioni che vi aiutino a tenere in perfetto ordine l’ambiente in cui vivete; soluzioni che siano funzionali e curate nei minimi dettagli.
La particolarità di questo spazio molto spesso richiede una progettazione su misura e che tenga conto delle esigenze degli abitanti senza dimenticare per questo l’estetica.

Molto spesso l’eccesiva attenzione riposta nell’arredo dell’ingresso sfocia in una banale spersonalizzazione dello stesso, mentre invece dovrebbe costituire il primo affaccio, una sorta di anteprima, dello stile dell’intera casa.
Nell’ingresso, che sia di grandi o di piccole dimensioni non importa, vengono commessi tantissime errori che possono andare da un’eccessiva, o al contrario inesistente illuminazione, alla sovrabbondanza di mobili e suppellettili che incutano una terribile sensazione di soffocamento.

In sostanza, un ingresso arredato con gusto deve rispettare i criteri di armoniosità, eleganza e personalità con un pizzico di stravaganza. Potrete aiutarvi nell’impresa optando per decorazioni, non troppe, oggetti di design o anche vintage.

Se parliamo di errori da non commettere mai nell’arredo di un ingresso, un’attenzione particolare dovrete riservarla ai colori da utilizzare; non c’è nulla di peggio di entrare per la prima volta in una casa e venire assaliti da un’accozzaglia di colori discordanti o troppo accesi.

Durante la progettazione del vostro ingresso, cercate di introdurre punti di luce naturale e qualora non fosse possibile, scegliete luci direzionabili così da spostarle in base alle vostre esigenze, magari privilegiando lampade di design da parete così da risparmiare spazio (eccone una rassegna su oggettididesign.com).
Altra regola fondamentale per arredare un corridoio, soprattutto se di piccole dimensioni, è l’utilizzo di specchi a figura intera, che allungano e contribuiscono ad ampliare lo spazio attraverso illusioni ottiche.
Se gli spazi non permettono di posizionare un armadio o una cappottiera, potrete anche scegliere di arredare le vostre pareti con ganci sparsi su cui appendere cappotti, giacche, ombrelli, borse e chiavi; un modo originale e pratico per sfruttare lo spazio.

Per quanto riguardi gli stili d’arredo dell’ingresso, abbiamo tre grandi categorie, ovvero lo stile shabby, romantico e retrò, lo stile classico, formale ed elegante, e per ultimo, lo stile moderno, spesso essenziale ma di grande impatto visivo. Di seguito vi spieghiamo particolarità ed utilizzi di ognuno di questi stili.

Ingresso in stile shabby

Affermatosi come tendenza dominante negli ultimi anni, lo stile shabby ha ben presto conquistato moltissimi amanti dell’arredo. Lo stile shabby chic è caratterizzato dalla presenza di arredi in legno, colori chiari, solitamente il bianco la fa da padrone, e una nota vagamente retrò.

Rappresenta quasi un compromesso tra lo stile classico e quello moderno, adattandosi facilmente a molti stili d’arredo, ragione per cui è molto indicato per l’ingresso di casa. La semplicità di questo stile ben si sposa con la funzionalità e la praticità che un ambiente come l’ingresso è assolutamente necessaria. L’accoglienza ed il calore propri dello stile shabby riusciranno subito a mettere a vostro agio gli ospiti. Un mobiletto basso con cassettoni, una consolle dalle linee semplici e un appendiabiti con mensole saranno i pezzi chiave del vostro ingresso in stile shabby.

Ingresso in stile classico

Legno dai toni caldi, intarsi e raffinati decori sono i protagonisti dello stile classico. Perfetto per una casa senza tempo, si adatta anche alle esigenze della vita frenetica dei nostri giorni venendoci incontro con mobili non solo belli, ma anche funzionali. L’ingresso in stile classico è sicuramente una garanzia ed una scelta di gran classe. Per l’arredo di questa parte fondamentale della casa non possono mancare una consolle con specchiera importante, quadri alle pareti, un appendiabiti o se avete più spazio un armadio per cappotti e giacche ed un portaombrelli. Se invece il vostro ingresso in stile classico si affaccia su di una scalinata, potrete scegliere un tavolo rotondo decorato con un vaso e fiori freschi, una soluzione di sicuro impatto e molto utilizzata oltreoceano.

Ingresso in stile moderno

L’ingresso in stile moderno viene utilizzato soprattutto nelle case di nuova costruzione in cui gli open space sono sempre più richiesti. In questo caso non possiamo pensare ad un ingresso tradizionale ma ad uno spazio unico che finisce per portare l’attenzione sulla zona living e sulla cucina. L’ingresso in stile moderno deve mantenere la linea della semplicità e della naturalezza, perciò saranno particolarmente indicate soluzioni come armadi a scomparsa, mensole e pezzi di design, per far sì che l’ingresso si fonda con l’open space e vi permetta di accompagnare gli ospiti direttamente nella zona living. Colori come il bianco, il grigio ed il nero saranno sicuramente da privilegiare, magari da alternare a qualche pezzo d’arte contemporanea che costituirà il punto di forza del vostro ambiente unico.

Lascia un commento