Consigli per una postura corretta al pc

Stare seduti davanti al PC per diverse ore al giorno porta ad assumere posizioni errate che compromettono la salute e il buon rendimento nelle attività quotidiane. Ai dolori alla schiena, si possono associare i problemi circolatori e le emicranie ma acquisire una posizione adeguata può aiutare a minimizzare i disturbi tipici della sedentarietà. Ecco alcune regole d’oro.

Mantenere la colonna vertebrale dritta

Lavorando al PC si ha la tendenza ad incurvare la schiena, avvicinando il capo il più possibile allo schermo. Bisogna invece cercare di mantenere la colonna vertebrale ben dritta grazie ad una seduta ergonomica.

Rilassare spalle e collo

Mantenere una postura corretta non significa accumulare tensione nelle spalle e sul collo, ma tenere la testa alta e gli occhi in linea con lo schermo. Contestualmente, le spalle vanno tenute aperte e non verso avanti. È bene ricordare che una combinazione di tensione accumulata nel collo e nella mascella stimola l’insorgere del mal di testa a fine giornata.

Scegliere la sedia più adeguata

Scegliere una buona seduta è importante per assumere una posizione corretta quando si è davanti al computer. Le sedie da gaming, ad esempio, si caratterizzano per uno stile particolare e sobrio. Attente alla postura, queste sedute sono realizzate in materiale traspirante. Regolabili in altezza e con lo schienale leggermente reclinabile, sono dotate di pratiche rotelle alla base. Dalla forma ergonomica, le sedie da gaming sono comode e confortevoli, un valido supporto a sostegno della schiena.

Leggi anche: I vantaggi di una sedia da gaming per la salute

Regolare l’altezza della sedia

Le sedute operative devono essere provviste di un sistema di regolazione, in modo da consentire agli utenti di altezze diverse di poggiare i piedi comodamente, senza effettuare distorsioni o movimenti non naturali. La giusta regolazione permette di mantenere costante l’angolo di 90 gradi tra le gambe e il pavimento, nonché tra il sedile e la schiena.

La postura corretta di polsi e piedi

Per mantenere una corretta postura al PC è importante tenere i piedi ben poggiati a terra, evitando di accavallare le gambe per non compromettere la circolazione sanguigna. Qualora l’altezza della seduta non dovesse essere regolabile e in caso di necessità è possibile utilizzare un poggiapiedi. Altro fattore importante da non sottovalutare sono i polsi, i quali devono essere ben allineati ai gomiti che vanno a formare un angolo di 90-100 gradi con le spalle. Scegliere una seduta con braccioli regolabili è un importante aiuto per mantenere una corretta postura al PC.

L’importanza degli esercizi

Il benessere della colonna vertebrale e dell’organismo più in generale dipende da diversi fattori. Stare seduti per troppo tempo ad una scrivania e davanti a un PC è innaturale e a lungo andare può compromettere la salute di occhi e schiena. È importante staccare ogni 2-3 ore, prendersi una pausa per sgranchirsi un po’ le gambe, far riposare la vista e la mente. Bisogna inoltre introdurre nella routine quotidiana una serie di esercizi molto utili per chi trascorre diverse ore in ufficio, dietro una scrivania.

La corretta postura influenza l’umore, evita la stanchezza, i frequenti mal di testa, i dolori articolari e ossei. È scientificamente provato (ma è anche sotto gli occhi di tutti) che un lavoratore riposato e sereno rende di più di un dipendente stanco e pieno di dolori. Una piccola nota va aggiunta anche sulla scelta dell’elaboratore elettronico. Secondo alcune ricerche, pare che l’uso di un laptop per lunghi periodi possa in qualche modo influenzare la postura e provocare problemi alla schiena. Attenzione quindi alla scelta dei vari supporti di lavoro e alla sedia operativa.

Lascia un commento