Cosa vedere a Sydney

Sydney è da sempre una delle mete turistiche più amate grazie alla possibilità di visitare luoghi incredibili, ma sempre con un grande contatto con la natura incontaminata che la circonda.
Si tratta di una città davvero speciale: moderna, molto ben organizzata, multi etnica e ricca di attrazioni, una meta imprescindibile per qualunque tour dell’Australia che si rispetti.
Da sottolineare che la città è molto ben servita dai mezzi pubblici, quindi spostarsi al suo interno è davvero pratico e agevole; tuttavia è consigliabile spostarsi a piedi o tutt’al più in bicicletta (se il clima lo consente), così da godersi al meglio sia i luoghi che le atmosfere.
Andiamo ora a consigliare alcuni luoghi che sono dei veri e propri must a Sydney.

Bondi Beach

Bondi Beach è la spiaggia più famosa di Sydney e non si può non innamorarsene da subito: è appena fuori dal centro città, raggiungibile comodamente in bus, ma merita decisamente di essere vista.
Intanto perché è bellissima: le spiagge sconfinate di sabbia fine e le acque dall’intenso verde-azzurro sono incredibili; poi perché vi si possono svolgere tantissime attività, tali da soddisfare tutti i gusti e le esigenze.
Si può fare surf, mangiare in tutta una serie di bar e ristoranti, fare shopping, ma anche passeggiate panoramiche e persino assistere a installazioni artistiche; Bondi Beach è molto più di una semplice spiaggia, è il cuore pulsante di tantissime attività che coinvolgono giovani e meno giovani, turisti e gente del posto, insomma, non si può fare a meno di andarci!

Taronga Zoo

Anche questa è una meta appena fuori dalla città, ma merita una visita:
lo si raggiunge in traghetto ed è davvero notevole, in quanto ospita ben 4000 animali di diverse specie, sia esotici sia indigeni, come ad esempio gorilla, tigri, leopardi, koala, giraffe, leoni marini e canguri.
Incredibile è la possibilità di utilizzare mezzi come teleferiche, ponti sospesi e arrampicate per godersi la vista di tutti gli animali dall’alto: un’esperienza davvero unica e consigliata.
Notevole è anche l’esperienza Roar and Snore, grazie alla quale si può soggiornare presso lo zoo come in un safari, godendosi gli animali davvero da una prospettiva inedita.

Sydney Opera House

Passiamo poi alla Sydney Opera House, uno dei simboli della città: è considerata un vero e proprio capolavoro di design del XX secolo e al suo interno è possibile godersi oltre 40 esibizioni ogni settimana.
Interessante è la possibilità di prenotare un tour della durata di due ore nel backstage, così da apprezzare tutto ciò che avviene dietro le quinte degli spettacoli qui rappresentati, all’interno dell’area riservata proprio agli artisti che vi si esibiscono.
E poi non può mancare una cena con vista mozzafiato sul porto presso il ristorante Bennelong, uno dei più famosi e rinomati di tutta l’Australia.

Ma sono tantissime le mete da consigliare a Sydney: ad esempio il celebre Harbour Bridge, Darling Harbour, il quartiere The Rocks, i Royal Botanic Gardens, l’Art Gallery of New South Wales e il Chinese Garden of Friendship, senza dimenticare lo shopping al Queen Victoria Building e tante, tante altre.
Per questo si consiglia di prendersi più giorni per godersi appieno tutte le incredibili possibilità offerte da questa città moderna, ma con un rapporto davvero stretto con la natura e con le sue origini; anche perché la gente del posto è amichevole e ben disposta verso i turisti e ci vorrà realmente poco per immergersi nell’atmosfera di questi posti da film, così belli da mozzare il fiato e da non sembrare veri.
Sydney è davvero una città magica, ci sarebbero così tante cose da vedere e da fare qui, che sembra assurdo pensare di riassumerle in poche righe; una città moderna e contemporanea, ma con scorci di una natura selvaggia e indomabile, dai colori più vivi che mai.

Lascia un commento