Cos’è la pesca sportiva?

Quando si parla di pesca, non si può fare di certo evitare di fare riferimento alla pesca sportiva, passione che unisce uomini e donne di tutte le età o provenienza.

In Italia, grazie le nostre innumerevoli e floride coste, abbiamo un gran numero di pescatori professionisti esperti. La pesca sportiva però si differenzia però per modo di essere svolta e l’attrezzatura utilizzata. Ma capiamo più nello specifico.

Che cos’è la pesca sportiva?

La pesca sportiva è considerato un vero e proprio sport, è si svolge proprio come tale.

Quello che sembra essere una cosa assai fondamentale è sentirsi parte attiva e appassionati del mare e di ciò che l’accompagna in particolare la fauna, che non va vista come un’avversaria durante la competizione. Questo è un aspetto che sembra tradire tanti appassionati di pesca sportiva, i quali sentono come dei veri e propri avversari sia gli altri concorrenti, che lo stesso mare.

La finalità della pesca sportiva è quella di catturare un particolare esemplare affinando in questo modo astuzie e tecniche al fine della cattura.

Ma quali sono i benefici di questa particolare attività?

La cosa fondamentale per la pesca sportiva è assolutamente la possibilità di fare moto con il proprio corpo. Infatti in una giornata di pesca si ha la possibilità in primo luogo di rilassare completamente la propria mente, staccando l’attenzione per un giorno dalla realtà, tanto da riuscire a liberarti dallo stress di un’intera settimana nel giro di davvero poche ore. Pescare inoltre concede la possibilità di poter scoprire e godere di posti nuovi. La mente inoltre ha la possibilità di aprirsi ed affinare nuove strategie di pesca, scambiando idee in questo modo anche con altri appassionati di pesca sportiva. Diviene in questo modo anche un’ottima possibilità di socializzare, facendosi nuovi amici. Inoltre anche i tuoi muscoli avranno benefici, in quanto ogni qualvolta un pesce abboccherà tu potrai fare esercizi per le tue braccia, pari a quelli della sala pesi!

Precise regole per la pesca sportiva

Come in tutti gli sport, la pesca sportiva presuppone delle precise regole da rispettare. In primo luogo, come si evince dal sito Jerkata Perfetta, possono utilizzarsi soltanto circa tre lenze e un massimo di circa cinque canne da pesca. Inoltre esistono una serie di limitazioni anche per le specie di pesce da poter catturare durante una battuta di pesca, ad esempio, pescare il tonno rosso è vietato. Inoltre, è vietata la vendita del pesce pescato durante la giornata ed il massimo possibile da pescare come crostacei, molluschi è un massimo di circa cinque kilogrammi al giorno. Come si può immaginare non è possibile pescare nelle aree marine protette, per salvaguardare le specie in estinzione ed è da tenere in considerazione che i pescatori professionisti hanno maggiore priorità quando si fa una battuta di pesca in una determinata area. Insomma sono tutte piccole accortezze che non rendono assolutamente meno piacevole la pesca sportiva!

Con questo articolo speriamo di aver soddisfatto un po’ della tua curiosità su questo fantastico sport!