Come viene effettuata la cubicatura?

Quando si parla di cubicatura si ci riferisce ad una specifica tecnica che prevede un processo finalizzato alla decorazione di diversi tipi di materiale in modo del tutto omogeneo.

Tale sistema che in inglese è conosciuto con il termine hidrocoating, si differenzia dal processo chiamato wrapping, poiché quest’ultimo precede semplicemente l’applicazione di una sottile pellicola, mentre nella cubicatura l’immagine interessata e l’effetto presente su apposite pellicole idrosolubili viene impresso perfettamente sull’oggetto in fase di decorazione.

Ma vediamo di seguito come avviene nel dettaglio.

Come si effettua la cubicatura

Nata in Giappone è una tecnica che prevede l’utilizzo di uno speciale film realizzato in laboratorio.

Una volta posto il pezzo sulla superficie dell’acqua il film, mediante l’attivatore precedentemente applicato su di esso, rilascia la trama e al contempo la pressione idrostatica dell’acqua trasferisce il motivo della decorazione sull’oggetto immerso.
Il pezzo deve essere immerso nell’acqua in maniera graduale e molto lentamente, per consentire al decoro di potersi imprimere perfettamente e assicurare così un lavoro preciso.

L’apposito sistema di trasferimento è reso possibile mediante da un solvente speciale, con la capacità di riuscire a sciogliere la trama del film sull’oggetto che si trova immerso dentro la vasca, dove avviene il processo di lavorazione termoregolato.
Tutto questo regala un risultato di adesione ottimale privo di pieghe e imperfezioni.

Anche se può sembrare una procedura semplice è necessario svolgerla con la massima attenzione e scrupolosità, poiché un lavoro svolto con fretta e senza precisione avrà di sicuro come conseguenza un risultato di scarsa qualità.

Fase conclusiva del processo di cubicatura


A completare la lavorazione vi è un lavaggio, seguito da un’asciugatura e si termina applicando un lucido oppure uno strato trasparente opaco, scelto in base alla tipologia dell’effetto che più si desidera.

Ciò permette di attribuire alla trama scelta il giusto livello di lucentezza, oltre ad assicurare all’oggetto una maggiore sicurezza nei confronti degli agenti atmosferici e di ogni possibile graffio accidentale.

Terminati tutti questi passaggi di rifinitura il pezzo può essere di nuovo montato.

Un altro vantaggio della cubicatura è quello di riuscire a rendere gradevoli materiali poveri come la plastica, inoltre, garantisce una lunga durata nel tempo, non si sfoglia e non si ingiallisce.

Cubicatura:la nuova rivoluzione del decoro dei materiali

In commercio è presente una vastissima scelta di trame e motivi dai più semplici ai più complessi, al fine di poter soddisfare le esigenze di tutti.
È possibile liberare la propria fantasia verso decorazioni che spaziano dalla fibra di carbonio, al legno, alla radica di noce, ai metalli fino ad arrivare alle decorazioni astratte e tanto altro ancora.

La cubicatura ha di sicuro rappresentato un’importante innovazione nel settore artistico della decorazione dei materiali, inoltre, può essere abbinata all’aerografia per la creazioni di effetti straordinari di design.

Dopo quanto descritto è ovvio dedurre che questo processo richiede necessariamente la conoscenza di apposite tecniche, di particolari tipologie di materiali e soprattutto una precisa azione di immersione.
Quindi, non è affatto un tipo di lavorazione che si può eseguire improvvisando o con il fai da te.

Se si decide di effettuare la cubicatura è importante rivolgersi a professionisti specializzati del settore.