Dove si trova Bolzano e cosa visitare?

Bolzano è una città  e Capoluogo di provincia della Regione autonoma Trentino Alto Adige, insieme a Trento, Bolzano è situata a sud della Val d’Adige, in una caratteristica conca di porfido. Nonostante la vicinanza alle Alpi, mantiene un clima mite con i suoi 262 m sul livello del mare. Intorno alla città si possono vedere i vigneti del Renon e del Guncina, vigneti per vini molto rinomati. A vista d’occhio verso nord, le montagne del Catinaccio e del Latemar rendono il paesaggio suggestivo, anche al versante ovest, con la Mendola.

La vicinanza con l’Austria ha fatto si che si parlassero due lingue, l’italiano e il tedesco. La cartellonistica stradale, infatti, è con doppia dicitura, in entrambe le lingue. Il suo tracciato cittadino è dotato di piste ciclabili per 30 km, che denota la sua grande attenzione all’ambiente.

Bolzano antica

La città raccontata da luoghi da visitare, che ne esaltano la storia

Venne fondata intorno all’anno 1180, costruita su un antico vigneto espropriato a dei frati, che all’epoca contava 16 mulini, 100 mestieri e infinite cantine. Da questo le deriva il nome di città del vino, così come Venezia è la città dell’acqua.

Sempre di vino si parla quando si visita il Duomo, simbolo non solo religioso della città, in pietra arenaria rossa. Sul lato destro della chiesa, infatti, è stata costruita una Porta del Vino, con bassorilievi di tralci di vite. Venne costruita in memoria del privilegio ottenuto nel 1387 per la mescita del vino. Il Duomo sembra sia stato eretto sul luogo dove era presente una basilica precristiana. Oggi viene considerato un capolavoro di arte gotica e romanica, con il tetto verde oro e un meraviglioso campanile del 1500.

Per chi si trova a Bolzano, non può mancare la visita al Museo Archeologico. Questo luogo custodisce Ötzi, la mummia rinvenuta nel settembre del 1991 da una coppia di escursionisti tedeschi, a 3000 metri di altezza, sul monte Similaun. Il corpo rinvenuto corrisponde ad una persona vissuta nell’Età del Rame, oltre 5000 anni fa. Sono integri sia il suo DNA che i suoi organi interni, come anche il suo equipaggiamento, esposto al museo. Molto utile se si è in vacanza a Bolzano consultare portali turistici locali come LoveBolzano.

Bolzano moderna

I monumenti unici di una città, come nessuna

L’altra parte della città di Bolzano, oltre che essere una meta turistica per la storia, lo è anche per la contemporaneità. Il Museion è il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, progetto inaugurato nel 2008. Ha una forma cubica, di forte impatto visivo, pensato per creare un dialogo con i palazzi limitrofi, come le facciate di testa trasparenti. La sera, la trasparenza delle vetrate fanno da proiettori delle opere d’arte presenti all’interno del museo, con un effetto molto suggestivo.

Il nucleo originario di Bolzano si fonde con le attività economiche di oggi, in Via dei Portici. Non è il classico corso pieno di negozi, ma un luogo di storia e di racconti, che non passa mai di moda. La strada è lunga oltre 300 metri e venne costruita pensando a ripararla dai venti gelidi del nord. Le prime case costruite consistevano in un piano con copertura a volta in muratura di fronte. Queste costruzioni fungevano da casa, bottega e magazzino. Le misure erano di 4 passi, 4 metri di larghezza e 50 di lunghezza, con intercapedini di 30 cm tra le case addossate l’una all’altra. Ogni casa disponeva di una fontanella e si caratterizzava per facciate decorate a stucco e in colori pastello, creando una suggestiva sequenza.

Lascia un commento