Figure previste dal testo unico sulla sicurezza

Dopo svariati cambi e correzioni, siamo giunti a un decreto che finalmente può rendere il luogo di lavoro più sicuro, un sostegno per datore e lavoratore. Per chi volesse leggerlo lo può trovare qui.

Lo scopo principale del decreto è riordinare e disporre il personale dell’azienda, dando a ogni membro delle responsabilità e dei compiti.

Il datore di lavoro

Immaginatevi una piramide, al vertice possiamo trovare il Datore di lavoro (DL), padrone dell’azienda ha la responsabilità di elaborare il DVR, documento valutazione rischi, tramite questo documento obbligatorio, determina la percentuale di rischio per i lavori che vengono effettuati. Oltre a queste deve istituire un piano d’emergenza, nominare il medico competente e un RSPP, dotare i suoi lavoratori di sistemi omologati per l’attuazione dei lavori da fare, come ad esempio per la persona, mascherine, guanti, scarpe antinfortunistiche, caschetti di sicurezza; e le adeguate protezioni dell’ambiente, essere sempre in contatto con le altre figure di riferimento, non solo nell’azienda, ma anche esternamente, quindi ASL e sindacati vari.Sotto il DL, possiamo trovare il dirigente, suo compito sarà gestire il tutto in assenza del datore di lavoro, controllando che tutto sia in sicurezza, rendendosi responsabile di ciò che succede in azienda.

Il medico competente

L’MC, assunto dal datore di lavoro, ha il ruolo di visitare e garantire il personale assunto o da assumere, con massima precisione deve assicurarsi che siano in ottima forma, senza malattie pregresse e idonei al ruolo per cui hanno la mansione.

RSPP

Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP), figura obbligatoriamente assunta solo dal datore di lavoro che non può delegare ad altri, questo può essere sia interno all’azienda che una figura esterna, suo compito, essenziale, è il controllo, la redazione e l’applicazione delle norme vigenti in campo di sicurezza sul lavoro. Dal suo elaborato, il datore può decidere quali protezioni e prevenzioni vanno fatte nell’ambiente lavorativo, può elaborare formazioni necessarie per migliorare le varie competenze e se richiesto supportare il DL alla stesura del documento valutazione rischi.

Il preposto

Persona designata al controllo e attuazione delle normative del decreto, sua responsabilità sarà che il lavoratore indossi i dispositivi adeguati, che il suo lavoro sia secondo le regole, che l’ambiente sia in sicurezza e i macchinari funzionino perfettamente, sarà il collegamento tra il reparto e la direzione.

Il lavoratore

Come tutti sappiamo, è colui che opera nell’azienda o cantiere, che governa la macchina, che grazie a mansioni specifiche effettua delle lavorazioni. Esso ha diritti e doveri, tra cui il diritto ad avere un ambiente sicuro e protetto, per non rischiare infortuni o incidenti in generale, ha diritto a giorni retribuiti come ferie e permessi e malattie. Nei doveri troviamo la sua responsabilità a seguire le normative vigenti, indossare i dispositivi adeguati, controllare che la macchina su cui lavora non abbia problemi che possano rallentare od ostacolare il suo operato. Ricordiamo inoltre che con le nuove normative, mentre prima la responsabilità per inadempienza era riconducibile al datore di lavoro, adesso è responsabile anche l’operaio che deve obbligatoriamente garantire la propria e l’altrui sicurezza.

Il rappresentante dei lavoratori

L’RLS, figura eletta tra gli operai dagli stessi, è colui che fa da ponte tra loro e il preposto, in modo che se mancassero dispositivi, un macchinario non funzionasse bene, l’’operaio avesse delle lamentele, può parlarne con lui, che procederà a comunicarle alle figure all’apice.

Oltre alle figure elencate sopra, in grandi aziende possiamo trovare inoltre dipendenti, che tramite corsi, saranno preposti al primo soccorso e antincendio, figure che ricoprono ruoli importanti in caso di necessità.