le regole per una corretta igiene orale

Le regole per una corretta igiene orale

Pulire adeguatamente i denti consente di mantenerli più sani a lungo. Il lavaggio dei denti, che dovrebbe essere praticato almeno due volte al giorno, anche se sarebbe necessario farlo dopo ogni pasto, dà la possibilità di eliminare i residui di cibo e di riportare ad un giusto valore il ph del cavo orale che, se troppo acido, predispone ad una prolificazione dei batteri responsabili della carie.

Le regole per una corretta igiene orale

Tuttavia, molti non conoscono le regole per una corretta ed efficace igiene orale, che sono poche e semplici ma che devono essere applicate in modo rigoroso. Come prima cosa è necessario specificare quali siano gli strumenti per l’igiene orale: lo spazzolino, che deve essere né troppo duro né troppo soffice, il filo interdentale e il collutorio, meglio se senza alcol.

Come prima cosa bisognerà controllare se il proprio spazzolino sia ancora utilizzabile: se le setole sono usurate e hanno perso l’allineamento sarà bene cambiarlo. Poi, si applicherà il dentifricio sullo spazzolino e si potrà iniziare la pulizia.

Per pulire bene i denti si dovrà procedere, per quelli superiori, dall’alto verso il basso (quindi dalla gengiva verso il dente) e per quelli inferiori dal basso verso l’alto. Andranno spazzolati bene anche i denti posteriori, cercando di pulire anche gli spazi tra dente e dente, più soggetti alla comparsa delle carie. Infine, non si dovrà tralasciare la lingua, che potrà essere pulita sia con lo spazzolino sia con appositi netta-lingua in grado di eliminare i batteri senza danneggiarne la superficie.

Successivamente si dovrà passare il filo interdentale, facendo attenzione a non “incidere” le gengive. Anche in questo caso si procederà dalla gengiva verso la parte finale del dente. Infine, si potrà sciacquare la bocca con il collutorio che potrà essere utilizzato al massimo due volte al giorno, in modo da non alterare eccessivamente la flora batterica “buona” del cavo orale.

Lascia un commento