Scopriamo le tecniche per allattare al seno

Allattare al seno è tra le cose più belle che ci possa essere durante il periodo della maternità, specie per quanto riguarda il rapporto intimo che si crea con il bambino. Prima di scoprire le principali tecniche di allattamento al seno è bene sapere che non c’è un modo corretto o sbagliato.

Ogni mamma nel corso delle prime settimane riesce a comprendere qual ‘è il modo migliore di allattare al seno il suo bambino. Ciò che conta è che si sia entrambi a proprio agio durante l’allattamento. Ma ecco quali sono i consigli e le tecniche per allattare al seno spiegate dal sito https://www.ilmioallattamento.it/

Consigli per allattare il bambino al seno

Se stai iniziando per la prima volta l’allattamento al seno del tuo bambino è bene che tu tenga a mente quattro consigli che ti possono aiutare in questo momento:

  1. Assicurati che il bambino, qualunque sia la posizione assunta, si senta comodo. Il piccolo dev’essere in una posizione in cui si sente sostenuto e stabile sulla testa, sul collo e con la schiena dritta.
  2. Anche tu devi essere rilassato e metterti in una posizione comoda per l’attaccamento. Se hai bisogno usa anche un cuscino oppure un asciugamano.
  3. Verifica che il bambino sia attaccato al seno in modo corretto. Attaccandosi in modo adeguato riuscirà a mangiare bene e senza che il flusso arrivi troppo velocemente.
  4. Se il bambino fa molta fatica ad attaccarsi oppure se l’allattamento ti crea dolore, prova a cambiare posizione, se nessuna sembra funzionare contatta il tuo dottore.

Ora vediamo insieme le 3 posizioni migliori per l’allattamento.

1 -Allattamento in posizione reclinata

Una delle posizioni che vengono consigliate alle mamme è quella che prende anche il nome di “biologicalnurturing”. Questa è la prima posizione che provano le mamme e quella che si consiglia all’interno dell’ospedale. Subito dopo la nascita, infatti, il bambino viene appoggiato sulla pancia e sul petto della mamma. In questo modo il bambino, sentendo il calore del petto e della pancia della mamma, il bambino si dirige così in modo istintivo verso il seno e prova ad attaccarsi. Questo momento prende il nome di brest crawl, e prevede il contatto con la pelle della mamma e che favorisce la stimolazione degli istinti nutritivi. La posizione reclinata va bene sia quando sono neonati sia quando il piccolo cresce.

2 – Allattamento nella Posizione della culla

La seconda posizione da provare per l’allattamento è quella della culla. Il bambino si trova molto comodo in questa posizione. La mamma, in questa posizione si siede dritta mentre il bambino si posiziona di lato. In questo modo il collo e la testa sono poggiati sull’avambraccio, mentre il corpo del bambino si adagia sulla pancia della mamma. Questa è una posizione diffusa e molto utilizzata quando il bambino ha più di sei mesi. Per stare comoda, si consiglia di porre un cuscino dietro la schiena e uno sul grembo, in questo modo il piccolo si mantiene più stabile.

3 – La posizione del rugby

Infine, la posizione del rugby conosciuta anche con la posizione sottobraccio prevede la mamma seduta, mentre il bambino poggiato sull’avambraccio. Il suo corpo viene posizionato sul fianco della mamma e invece i piedi saranno rivolti verso lo schienale rispetto a dove ci si siede. Questa posizione risulta utile con i neonati, perché li sostiene in modo saldo e ti offre il giusto controllo del piccolo, potendo guardare attentamente anche il viso del neonato.

Lascia un commento